Contact

DeutschAkademie
Language School Berlin

Alexanderstr. 9
D-10178 Berlin

Tel : +49 30 30839643

Opening hours

Monday to Thursday
10am - 7pm (CET)
Friday
10am - 3pm (CET)

Newsletter

Melden Sie sich jetzt für unseren Newsletter an.

newsletter-button

Deutschkurs Blog

blog

Das erzählen unsere Teilnehmer über ihren Deutschkurs (more)

Gratis Online Deutschkurs

online-deutschkurs

Lernen Sie kostenlos Deutsch: Online Deutschkurs

Junge Malerin in Prenzlauer Berg

Marco M
Berlin, am 26. März 2015

Foto 26-03-15 00 19 28 copy

Ho un’amica pittrice. Si è spostata qui a Berlino da due anni. Viene dalla Sicilia e prima di stabilirsi qui ha vinto un borsa di studio a Düsseldorf per tre mesi. Sta cercando di entrare in una delle università più prestigiose di Berlino per le arti visive, l’UdK. Il sistema scolastico tedesco è diverso da quello italiano. La principale differenza è una cosa che si chiama ausbildung che corrisponde circa ad una scuola professionale. Ovvero se non si ha voglia di frequentare l’università con tutti i suoi cinque anni si può scegliere qualcosa di meno teorico ed imparare un mestiere. Sottolineo l’aggettivo teorico che è la cosa che più viene detto quando un tedesco prova a spiegarti la differenza tra Università (teoria e speculazione) dall’Asubildung(pratica, pratica e pratica) Esistono corsi di qualsiasi tipo, dalla cucina al l’elettricità, dal muratore al grafico. Ad esempio nel mio vecchio lavoro c’era una ragazza che stava facendo un Praktikum in grafica, ossia un periodo di praticantato all’interno dell’Ausbildung. Compilare i moduli per l’iscrizione all’Università non è facile ed è richiesta quasi sempre una conoscenza del tedesco almeno di un B1 al momento dell’iscrizione. Insomma se avete voglia di frequentar una università tedesca mettetevi in testa di venire qui un annetto prima e digerire il tedesco e farvi un’idra di come è strutturato il tutto perchè tra scadenze e materiale da preparare ci vorrà del tempo per capire esattamente cosa fare.

weiterlesen

Die Höfe von Mitte

Marco M
Berlin, am 22. März 2015

Foto 20-03-15 12 59 39 copy

I cortili di Mitte. Innanzitutto cos’è Mitte. Sembra banale, ma magari c’è qualcuno che non è mai stato a Berlino che legge. Mitte è il centro della città, sia in senso generico perchè Mitte in tedesco significa centro, sia il quartiere centrale di Berlino. Si può dire che ormai sia uno dei quartieri più costosi, da cinque anni i prezzi degli affitti sono decollati e la popolarità dl quartiere è aumentata di paripasso. Qui si trovano l’isola dei musei, la torre della Televisione, Unter den Linden, la sinagoga, il KW( centro d’arte contemporanea molto molto interessante) e moltissime gallerie, negozietti, cinema, caffè, ristoranti. I palazzi sono molto belli, tutta l’architettura in generale del quartiere è un piacere per la vista. Nella foto che posto oggi c’è un cortile. In particolare è un cortile di un palazzo dove lavora una mia amica. Dentro c’è un ristorante molto famoso, molto costoso e altrettanto buono. La cosa interessante non è il ristorante in se ma la bellezza del cortile, completamente nascosto dall’esterno. Ci siamo incontrati durante la pausa pranzo e abbiamo mangiato in una ottima pizzeria italiana li vicino (si non temete la pizza buona c’è e si trova e non costa nemmeno un patrimonio). Molti palazzi di Berlino racchiudono cortili come questo, splendidi e inaspettati. Quindi se vi capita di trovare l’arco di ingresso aperto affacciatevi, entrate, curiosate. Non sapete mai cosa potete trovare all’interno!

weiterlesen

Ich bin ein Grafiker

Marco M
Berlin, am 11. März 2015

graphic designer

Io, come molti, altri, faccio parte di quel grande esercito che negli ultimi anni si è riversato nella città di Berlino, sperando di trovare opportunità lavorative molto più interessanti che nel proprio paese. L’esercito dei creativi e nello specifico dei grafici! Trovare un grafico a Berlino è facile come imbattere in un dj. Siamo tanti, tantissimi. Detto ciò, piccola precisazione linguistica, se vi capiterà di essere qui e di dire che anche voi fate il grafico per lavoro (Beruf), non dite semplicemente Grafik, la traduzione letterale di Grafik sarebbe „grafico“ ma nel senso di immagine grafica, di diagramma. Il grafico lavoratore si dice Grafiker, o Grafikerin. Fatta questa piccola digressione vi parlo della foto. Ho lavorato per diversi anni come grafico e visual artist per una etichetta di Berlino, che produce musica tecno.

L’etichetta sta avendo un discreto successo, che aumenta di anno in anno, e la scorsa settimana, per celebrare cinque anni dall’apertura dell’etichetta e quindi di lavori grafici fatti per essa si è organizzata una mostra a Berlino, in una libreria a wedding specializzata appunto in libri di grafica. Nella foto si vedono una serie di vinili di cui ho curato l’immagine e altri packaging. Insomma se amate l’ambiente creativo, non solamente la grafica o l’arte contemporanea, Berlino non vi annoierà di certo, e sfoggiare il vostro tedesco ad uno di questi eventi vi farà fare un’ottima figura.

weiterlesen

meine neue Fahrrad

Marco M
Berlin, am 24. Februar 2015

Foto 23-02-15 23 27 23

Eccola qui, distesa nel mio soggiorno. Manca la ruota anteriore, lo so, è nella vasca da bagno ad asciugare. Una mia amica mi ha dato la sua bicicletta, che non usava da quattro anni e che era rimasta attaccatta allo stesso palo per tutto questo tempo. Così sabato sono andato a prenderla, e l’ho portata fino al mio appartamento, 40 minuti di camminata, ma ne valeva la pena. Ho comprato una camera d’aria nuova perchè quella vecchia era bucata, per il resto funziona tutto, persino le luci. Il mio coinquilino ha uno spray che fa miracoli, toglie la ruggine da tutto. Mi ha anche spiegato che ci sono un tot di luci che è obbligatorio avere qui, e se non se ne è disposti la polizia può tranquillamente multarti. Va sottolineato che comunque sono luci che vanno a discapito della sicurezza personale, quindi polizia o meno, sempre meglio averle. Berlino diventerà una nuova città ora, fnchè potrò ed il tempo lo permetterà userò la bici. PS: la camera d’aria l’ho comprata in un negozio vicino casa, chiedendo tutto in tedesco e rispondendo, anche se con esitazione, sempre in tedesco…miracoli berlinesi…

weiterlesen

Wer ist Heinrich Zilles?

Marco M
Berlin, am 19. Februar 2015

Foto 19-02-15 13 47 34

Chi è Heinrich Zilles? Questo libro mi è stato regalato dal mio vecchio Boss (der Chef, attenzione Chef non significa solo cuoco in tedesco ma anche Capo, ad esempio a lavoro). Ho fatto un intership in una app per i primi tre mesi, e dopo questo periodo c’è stata una piccola festa in ufficio, per salutarmi e ringraziarmi. Insieme a tutto ciò c’era un pacchetto regalo con dentro questo libro. Heinrich Zilles era un illustratore e fotografo tedesco, la sua produzione si basa principalmente sulle persone o i luoghi della capitale tedesca. Si spostò infatti dalla sua città natale, Dresda, a Berlino, agli inizi del 1900. Fu uno dei primi a denunciare, seppure con ironia, le disastrose condizioni in cui la classe operaia viveva nelle metropoli industriali europee. Questo suo essere vicino al popolo gli tornò naturalmente indietro dalla popolazione stessa che lo vedeva con simpatia, cosa che aumentò la sua notorietà e la sua fama.Pensate solamente che a pochi anni di distanza dalla sua morte, avvenuta nel 1920, usci un film con la storia della sua vita (1925). Il libro è molto interessante perché compara disegni di Zilles con alcune foto scattate proprio nella Berlino di inizi novecento. Bellissimo libro e bellissimo regalo, anche perchè ora, dopo due mesi di corso, posso dire di capire i titoli dei paragrafi senza vocabolorio (e datemi retta, non è poco).

weiterlesen

Am Himmel scheint die Sonne

Marco M
Berlin, am 15. Februar 2015

Foto 14-02-15 13 27 04

Questa qui è la foto di una delle mie piazze preferite: Gendarmenmarkt. In pieno centro città (stadtmitte) questa piazza è famosa anche perchè durante il periodo natalizio viene occupata da uno dei mercatini di natale più caratteristici della città, con ingresso a pagamento. Dentro ci si trova di tutto, dalle zuppe, alla tipica cucina tedesca, l’inmancabile gluhwein e le tutte le decorazioni natalizie che la vostra mente possa immaginare. In più musica o spettacoli nel palchetto allestito di fronte la Konzerthaus. Rimane una delle poche piazze superstiti nella sua integrità architettonica del centro storico della città, sopravvissuta ai bombardamenti che devastarono Berlino nella seconda guerra mondiale. Sulla piazza si affaccia l’Hotel Hilton, insieme ad altri splendidi edifici. La zona non è il massimo dell’economicità insomma, quindi ve la sconsiglio per passarci un pasto veloce. Andateci anche di sera, è meravigliosa nella sua illuminazione notturna. A pochi passi da li trovate Friedrichstrasse, con tutti i suoi negozi di alta moda, ma non solo, Check Point Charlie e Unter den Linden. Questa città in una giornata di pieno sole come queste, anche se la temperatura non si alza oltre i quattro gradi, è splendida e la soddisfazione maggiore è quando, dopo i primi mesi di corso di tedesco, cominciate a capire sia le insege dei negozi, sia i menù sia sprazzi di conversazione di autentici tedeschi, potendo così fare una bellissima figura con le varie persone che verranno a trovarvi in città per il week-end. A presto!!!! Tchuuss!!

PS: il titolo del posto significa “Splende il sole nel cielo”

 

weiterlesen