2. Stammtisch im Oktober in Berlin

Vielen lieben Dank für den wunderschönen Abend mit euch bei unserem 2. Stammtisch in BERLIN!! Die Stimmung war, wie immer, auf dem Höhepunkt. Herzlichen Glückwunsch an unsere Gewinner: Martina, Guillermo und Carlos. 🙂

Bis zum nächsten Stammtisch. Wir freuen uns auf euch!

Eure DeutschAkademie

 

Neu in Berlin

Hallo! Ich bin Eduardo und ich bin von Honduras. Ich neu in Berlin. I moved to Berlin two weeks ago planning to start a Master’s degree but decided soon after arriving that I would postpone this degree and learn German for the next few months instead. After researching several options and taking local recommendations, I signed up for courses at Deutsch Akademie and that’s how I ended up writing about my experience in Berlin.

As most new visitors, I decided to spend my first few days exploring the multitude of sights Berlin has to offer. I was lucky enough to enjoy what I hear are the last remaining few days of sunny weather since, “Winter is Coming”. Fortunately for me, my first few days included free concerts on ‘Tag der Deutschen Einheit’ (German Unity Day) and Berlin’s famous Festival of Lights.

 


 

DA-Blog-Festival-of-Lights

(Left: Brandenburger Tor | Humboldt-Universität zu Berlin | Berliner Dom
Right: Palais am Festungsgraben | Juristische Fakultät, Humboldt-Universität zu Berlin)


In my short time in Berlin, I’ve explored several of Berlin’s ‘Kiezen’, each with its own unique vibe. This has been important for me since part of my daily routine has been sifting through endless offers on WG Gesucht in order to find a more permanent address. I also heard from locals that the second best way of finding a flat is constantly mentioning it to new acquaintances, which is apparently how the magic happens! So this is me, not so subtly, putting it out there to the Deutsch Akademie blog community. If anyone wants a soon-to-be trilingual traveler at heart as a flat-mate, you know how to contact me. My course begins on Monday and I’m very excited to learn to say more than Bitte und Danke to people I encounter.

Prost und Bis zum nächsten Mal

Berliner-Pilsner

2. Stammtisch im Oktober

Liebe DeutschAkademikerInnen aus BERLIN!!

Morgen ist es schon wieder so weit und wir treffen uns zu unserem allbegehrten Stammtisch. Dieses Mal findet er im Weihenstephaner am Hackeschen Markt statt.

Wir freuen uns schon auf euch 🙂

Euer Team der DeutschAkademie Berlin

Festival of Lights

Super war’s beim Festival of Lights am Freitagabend in Berlin und die DeutschAkademie war mit dabei! Danke an alle, die mit uns unterwegs waren und die herrlichen Lichtinstallationen an diesem wunderbaren Herbstabend in Berlin genießen durften.

Wir freuen uns schon darauf, euch morgen beim Stammtisch wiederzusehen.

Euer DeutschAkademie-Team aus Berlin

Vom Kurs zum Restaurant

Wie bitte?

Suona simpatico ed è la frase che ci capita di dire più spesso. È il nome perfetto per il gruppo Whatsapp che abbiamo creato noi Teilnehmer del corso per tenerci in contatto.

Bis Kurs zum Restaurant

Siamo un gruppo piuttosto omogeneo, per quanto riguarda età e ceto sociale. Siamo sei donne e tre uomini, provenienti da tutto il mondo. Ma andiamo per ordine: ci sono io, italiana, e bla bla bla, sapete già chi sono; poi c’è Veronica, l’altra italiana, viene da Cassino e ha studiato Lettere; c’è Lina, canadese, è interessata all’arte; c’è Nina, di origini polacche, ha viaggiato per l’Europa e ha studiato Scienze Politiche; c’è Alenka, slovacca, adora cucinare e studia Letteratura alla Humboldt Universitat; c’è Clara, australiana, di recente ha girato l’Europa; c’è Mohammed, di origini egiziate, ma cresciuto a Dubai, è medico e vorrebbe diventare chiruro plastico; c’è Raul, spagnolo di genitori indiani, anche lui medico, parla già tre lingue e vorrebbe diventare otorinolaringoiatra; infine c’è Laurie, viene dalla Finlandia, dove ha lasciato la moglie, la figlia e il nipotino (si, lui è il piú grande di tutti). Anche se ci conosciamo ancora da poco, il gruppo sembra piuttosto affiatato; questo ci aiuta in classe, crea quell’aria familiare che rende la lezione molto piu’ leggera e rilassata.

Tornando al gruppo Whatsapp, sono sicura che ci sará occasione per conoscere tutti meglio, fare nascere qualche amicizia.

In caso questo non succedesse, resto nella speranza di rincotrarli tutti nel prossimo corso!

Grammatik im Café

Ormai sta diventando un’abitudine: andare a lavoro, pranzare velocemente unterwegs e prendere posto in un bar al caldo, per gustare un caffé e ripassare un po’ di grammatica. Certo, è faticoso, ma questo studio costante mi permette di imparare velocemente senza bisogno di troppo impegno extra. La mancanza di tempo mi obbliga a ritagliarmi un’ora per studiare durante la pausa pranzo, ma lo faccio volentieri. Nessuno studente, che prenda seriamente il suo obiettivo (nel mio caso imparare il tedesco), dovrebbe sottovalutare l’importanza della costanza. All’inizio puó sembrare estenuante, ma, a lungo andare, ti fa risparmiare un saccco di tempo! Lo stesso vale per le lezioni giornaliere: io credo siano molto più efficaci delle lezioni saltuarie. Infatti anche per questo ho scelto i corsi alla DeutschAkademie.

Per fortuna, anche se la settimana di corso è intensa, la fatica non è eccessiva. L’ambiente alla DeutschAkademie è davvero rilassato, le lezioni sono coinvolgenti e si impara tanto.

Ohne Zweifel, il merito è dell’insegnante. Annette riesce a coinvolgerci in discussioni interessanti, correggendoci quand’è necessario, chiarendo ogni Schwerpunkt con pazienza e delicatezza.

Ich stehe auf dem Standpunkt, che un’insegnante preparata e sehr freundlich sia quello che serve per imparare in maniera efficiente.

Credo non ci sia altro da aggiungere… torno al mio caffé e ai verbi irregolari!

Tschüss!

Im Café

Cosa andiamo a vedere?

Cosa andiamo a vedere? È la domanda che tutti gli italiani, che vengono a trovarmi qui a Berlino, mi pongono (insieme a “Ma fa sempre così freddo qui?”).

La prima è stata mia sorella, la quale, rimasta già meravigliata alla vista della Berliner Fernsehturm, mi ha chisto di mostrarle la città. Ovviamente l’ho portata a vedere la East Side Gallery, a contemplare quel che resta del celeberrimo Muro; abbiamo fatto qualche foto alla Brandenburger Tor, che con la sua imponenza lascia sempre tutti col naso all’insù; abbiamo fatto una passeggiata a Potsdamer Platz, che con i suoi grattacieli ricorda un po’ la megalomania americana; ci siamo perse nel labirinto nero della Denkmal für die ermordeten Juden Europas; abbiamo fatto una passeggiata nella Museumsinsel, ammirando la maestosità del Berliner Dom; siamo tornate nel passato, passando un pomeriggio intero all’interno del Ägyptischen Museum und Papyrussammlung.

Dopo questo giro tipicamente turistico, mia sorella mia ha chiesto se avessi un “posto preferito”, un posto non presente sulle guide turistiche, ma che valesse la pena vedere. “In effetti, un posto del genere c’è” le risposi. Il bello di vivere in una città come Berlino, grande, varia e multiculturale, è appunto questo: ogni angolo, anche il più sporco e degradato, ha la sua individualità. Mi è capitato di fermarmi ad osservare angoli della città, non famosi, non belli oggettivamente, ma che hanno una luce particolare, un miscuglio di colori, che li rendono davvero UNICI. Uno di questi è sicuramente il vicoletto che porta al Anne Frank Zentrum (Mappa). Non mi sono mai fermata a visitare questo piccolo museo, ma porto tutti ad ammirare i colori del vicoletto, che ho soprannominato “die Künstlergasse” (il vicolo degli artisti). Ogni volta che passo da lì, lo trovo nuovo, cambiato, perché ogni volta un altro artista aggiunge il suo contributo sui muri di questa coloratissima viuzza. Non credo che possa essere descritta in qualche modo, bisogna vederla.

die Künstlergasse

Berlino è ricca di posti come questo. Forse è proprio questo che la rende unica.

Unser 1. Stammtisch im Oktober

Liebe Teilnehmerinnen und liebe Teilnehmer,
gestern war es wieder so weit für unseren 1. Stammtisch im Oktober. Vielen Dank an alle, die dabei waren und diese tolle, ausgelassene Stimmung mit uns gemeinsam genossen haben. Wir hatten viel Spaß, tolle Unterhaltung und auch das ein oder andere Sternchen am Musikhimmel wurde gestern in Berlin geboren.

Herzlichen Glückwunsch noch einmal an unser Gewinnerteam “Warum ist mein banana krum?”

Wir freuen uns schon jetzt auf den nächsten Stammtisch mit Euch am 21.  Oktober 🙂

Euer DeutschAkademie Team

“Perché studi ancora tedesco?”

“Ma.. non hai fatto il test del B1? Perché studi ancora tedesco?”

A voi è mai capitato? Almeno una volta, tutti noi abbiamo dovuto rispondere ad una domanda del genere da parte di un amico/conoscente, che si stupisce della nostra dedizione nello studio di questa lingua complessa.

Io, in questi casi, rispondo sempre che voglio migliorarlo perché quel livello, per molte situazioni, non è sufficiente. E puntualmente, la risposta che mi danno è: “Ma dai! A Berlino parlano tutti inglese!”

Beh, io penso che non sia vero. È vero che MOLTI parlano inglese, bene o male, ma non TUTTI!

E poi, per me, la situazione è diversa: vorrei continuare i miei studi universitari, quindi devo essere in grado di sostenere un esame in tedesco…e non è cosa da poco!

Mi sto affidando alla DeutschAkademie per impare a parlare fluentemente ed essere all’altezza dei miei piani futuri.

MA, il risultato dipende solo da me!

Quindi bando alle ciance e mettiamoci a studiare!

 

Ich lerne Deutsch!

Salve a tutti!

Mi chiamo Serena, ho 25 anni e abito a Berlino, con il mio fidanzato, da Settembre 2014. Sono nata e cresciuta a Messina, in Sicilia (il mare e il sole fanno parte del mio DNA). Prima di trasferirmi a Berlino, ho vissuto 4 anni a Pisa, dove ho studiato Scienze Biologiche e mi sono laureata nel Luglio 2014.

La scelta di venire qui a Berlino é stata dettata dal cuore: il mio fidanzato, dopo un paio di brutte esperienze lavorative in Italia, ha voluto mettersi alla prova, lasciando casa e amici per trasferirsi in questo Paese.

Quindi, appena laureata, ho fatto i bagagli e mi sono trasferita qui con lui. Un grande passo per la nostra coppia, ma anche per me come persona.

L’ostacolo piú difficile da superare é sicuramente la lingua. Per questo ho deciso, appena arrivata, che la prima cosa da fare era iscriversi ad un corso di tedesco. Alla VHS di Kreuzberg, ho seguito un percorso dedicato agli immigrati provenienti dall’UE (l’Immigrationkurs), che mi ha portato fino ad un livello B1 di tedesco. Insieme alla mia classe, ho sostenuto l’esame per immigrati – DTZ Deutsch-Test für Zuwanderer – e con alcuni di loro ho mantenuto i contatti.

Al momento, il mio livello di tedesco è sufficiente per la vita quotidiana, ma non minimamente adeguato a proseguire gli studi universitari in questa meravigliosa cittá.

La DeutchAkademie mi ha messo a disposizione questo corso intensivo, adatto al mio livello. Inizio quindi questa nuova avventura! Cosa mi aspetto da questo corso?

Insegnanti preparati che mi aiutino a migliorare il mio tedesco, in maniera interattiva, e forse (chissá) di fare nuove amicizie!